Facebook tasse: mezzo miliardo trasferito alle Cayman

Scritto da: -

Il Daily Mail attacca Zuckerberg: "Aggirate le leggi britanniche per trasferire i soldi nel paradiso fiscale".

153144742.jpg

Anche Mark Zuckerberg cerca di eludere il fisco? Parrebbe di sì. L’inventore di Facebook, infatti, secondo il Daily Mail avrebbe utilizzato una scappatoia nella legislatura britannica per trasferire alle Isole Cayman mezzo miliardo di euro.

Sarebbe stato utilizzato il quartier generale irlandese per inviare i soldi a una sussidiaria che si trova in uno dei paradisi fiscali della Terra. L’attacco del tabloid britannico è durissimo. 

Facebook non sarebbe il primo big tra le star del web a cercare di fare il furbo. L’apripista fu infatti Apple, seguita poi da Amazon e Google. Queste ultime sono tra l’altro al centro di verifiche fiscali proprio in queste settimane.

Le aziende britanniche che acquistano spazi pubblicitari su Facebook ricorrono a Facebook Ireland Ltd, che non risponde all’agenzia delle Entrate britannica né ad altre autorità di giurisdizioni a regime fiscale più alto. In questo modo,
sottolinea il Mail, al Regno Unito sono stati versati quasi 300.000 euro, contro un profitto di oltre 10 milioni di euro dell’ufficio di Dublino nel 2011. Un portavoce del social network è intervenuto naturalmente in difesa della multinazionale: “Facebook rispetta tutte le più importanti norme aziendali, comprese quelle su contabilità e tasse. Il nostro quartier generale in Irlanda impiega più di 400 persone, poi ci sono ufficili più piccoli che forniscono servizi in tutta Europa”.

Credit image by Getty Images

LINK UTILI:

Facebook privacy: come non far sapere ai tuoi contatti quando leggi un messaggio

Facebook privacy: la minaccia arriva dai “messaggi persi”

Facebook messaggi: la novità da cui riparte Zuckerberg

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 11 voti.